Accedi ai servizi

Comune di San Giuliano Terme Portale istituzionale dell'ente

Nuova IMU 2020

La Legge di bilancio 2020 (legge 30 dicembre 2019, n.160) ha attuato l’unificazione IMU – Tasi, cioè l’assorbimento della Tasi nell’IMU (commi 738-783) definendo un nuovo assetto del tributo immobiliare, sia pure con forti tratti di continuità con la disciplina previgente. Di seguito i passaggi chiave.

Di cui alla Delibera del Consiglio Comunale di adozione aliquote n. 34 del 30/07/2020

Regolamento IMU approvato con Deliberazione C. C. n. 33 del 30/07/2020

IMU 2020 - Modalità di versamento  (Legge 160/2019 commi 762 E 765)

  • Scadenza acconto: 16 giugno 2020
  • Scadenza saldo: 16 dicembre 2020

Obbligati al pagamento: titolari di fabbricati, aree edificabili e terreni agricoli.
Non sono esenti: immobili utilizzati come prima casa inquadrati nelle categorie catastali A1, A8 e A9 (immobili di lusso, ville e castelli)

Esonerati: titolari di immobili adibiti a abitazione principale e equiparati con le relative pertinenze (per esempio, immobili posseduti dai dipendenti del comparto sicurezza, alloggi sociali.

Esenzioni IMU per il settore turistico:
In considerazione degli effetti connessi all'emergenza sanitaria da  COVID  19,  per  l'anno  2020,  non  e'  dovuta  la  prima   rata dell'imposta municipale propria (IMU), relativa a: 

  • immobili adibiti a stabilimenti balneari  marittimi,  lacuali  e fluviali, nonche' immobili degli stabilimenti termali; 
  • immobili rientranti nella categoria  catastale  D/2  e  immobili degli  agriturismo,  dei  villaggi  turistici,  degli  ostelli  della gioventu', dei rifugi di montagna, delle colonie  marine  e  montane, degli affittacamere per brevi soggiorni, delle  case  e  appartamenti per vacanze, dei bed & breakfast, dei residence  e  dei  campeggi,  a condizione che i  relativi  proprietari  siano  anche  gestori  delle attivita' ivi esercitate. 

Prima rata (acconto)      scadenza: 16/06/2020       Calcolo: pari alla metà di quanto versato a titolo di IMU e TASI per l’anno 2019. Per ulteriori informazioni sulle aliquote da utilizzare si clicchi sulla seguente pagina: Aliquote Imu - Acconto 2020

Seconda rata (saldo)     scadenza: 16/12/2020       Calcolo: a saldo dell’imposta dovuta per l’intero anno, a conguaglio, sulla base delle aliquote risultanti dal prospetto delle aliquote pubblicato nel Portale del Federalismo Fiscale alla data del 28/10 di ciascun anno

Aliquote IMU anno 2020 da utilizzare per il pagamento del saldo

  • abitazione principale classificata nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9 e relative    pertinenze: aliquota pari allo 0,6 per cento - Detrazione pari ad € 200,00;
  • fabbricati rurali ad uso strumentale: aliquota pari allo 0,1 per cento;
  • fabbricati costruiti e destinati dall'impresa costruttrice alla vendita, fintanto che permanga tale destinazione e non siano in ogni caso locati: aliquota pari allo 0,0 per cento;
  • fabbricati classificati nel gruppo catastale D, ad eccezione della categoria D/10: aliquota pari al 1,06 per cento;
  • fabbricati diversi da quelli di cui ai punti precedenti: aliquota pari al 1,06 per cento;
  • terreni agricoli: aliquota pari al 1,06 per cento;
  • aree fabbricabili: aliquota pari al 1,06 per cento;
  • abitazioni locate a titolo di abitazione principale a canone concordato, di cui alle legge 431/1998 e s.m.i., fra persone non legate da rapporti di affinità o di parentela entro il quarto grado; per la definizione di abitazione principale e per la disciplina delle pertinenze si fa riferimento al comma 741 lett. b) della legge 160/2019 e all'art. 5 del regolamento sull'IMU:  aliquota pari allo 0,76 per cento. Ai fini dell'applicazione dell'aliquota ridotta, il soggetto passivo deve presentare, perentoriamente entro il 31 dicembre dell'anno d'imposta, apposita dichiarazione sostitutiva di atto notorio e copia del contratto completo, nel caso di contratto non assititito, dell'attestazione di rispondenza del contenuto economico e normativo dello stesso alle disposizioni di cui alla suddetta legge e a quanto stabilito dal D.M. 16 gennaio 2017. Per il modulo si veda l'apposita sezione "Modulistica IMU"
  • unità immobiliare concessa in uso gratuito dal soggetto passivo ai parenti in linea retta entro il primo grado (genitore-figlio/figlio-genitore) che la utilizzino come abitazione principale, ai sensi del comma 741 lett. b) della legge 160/2019 e all'art. 5 regolamento sull'IMU, comprese le pertinenze della stessa purchè classificate nelle categorie catastali C/2, C/6, C/7, nella misura massima di un'unità pertinenziale per categoria catastale: aliquota pari allo 0,95 per cento. Ai fini dell'applicazione dell'aliquota ridotta, il soggetto passivo deve presentare, perentoriamente entro il 31 dicembre dell'anno d'imposta, apposita dichiarazione sostitutiva di atto notorio. Per il modulo si veda l'apposita sezione "Modulistica IMU".
  • unità immobiliare classificata nelle categorie C/1 (negozi e botteghe) e/o C/3 (laboratori per arti e mestieri), direttamente e interamente utilizzata dal proprietario o dal titolare di usufrutto/uso, per lo svolgimento del proprio lavoro autonomo, anche in forma imprenditoriale: aliquota pari allo 0,95 per cento. Ai fini dell'applicazione dell'aliquota ridotta, il soggetto passivo deve presentare, perentoriamente entro il 31 dicembre dell'anno d'imposta, apposita dichiarazione sostitutiva di atto notorio. Per il modulo si veda l'apposita sezione "Modulistica IMU".

Abitazione posseduta a titolo di proprietà o di usufrutto da anziani o disabili che acquisiscono la residenza in istituti di ricovero o sanitari

Oltre alle assimilazioni all'abitazione principale previste dal comma 741 della legge 160/2019, si considera abitazione principale l'unità immobiliare posseduta da anziani o disabili che acquisiscono la residenza in istituti di ricovero o sanitari a seguito di ricovero permanente, a condizione che la stessa non risulti locata. In caso di più unità immobiliari, la predetta agevolazione può essere applicata ad una sola unità immobiliare. Allo stesso regime dell’abitazione soggiacciono le eventuali pertinenze, limitatamente ad una unità classificata in ciascuna delle categorie C/2, C/6 e C/7, anche se accatastata unitamente all’abitazione. 

Residenti all'estero già pensionati 

A partire dall'anno 2015 era considerata direttamente adibita ad abitazione principale una ed una sola unità immobiliare posseduta dai cittadini italiani non residenti nel territorio dello Stato e iscritti all'Anagrafe degli italiani residenti all'estero (AIRE), già pensionati nei rispettivi Paesi di residenza, a titolo di proprietà o di usufrutto in Italia, a condizione che non risulti locata o data in comodato d'uso.
L’Imu, a decorrere dal 01/01/2020, è disciplinata esclusivamente dalle disposizioni di cui ai c. 738 e seguenti dell’art. 1 della L. 160/2019 con conseguente abrogazione delle norme di cui art. 13 del DL 201/2011. Per cui, la previsione contenuta in quest’ultima disposizione concernente i cittadini italiani iscritti all’Aire già pensionati all’estero non può ritenersi ancora applicabile poiché non è stata espressamente riproposta dal Legislatore nel momento in cui ha ridisciplinato l’imposta in argomento.

Modalità di versamento (Comma 765) 

Il versamento del tributo e' effettuato esclusivamente:

  • Con il Modello F24 (per i codici tributo possono essere utilizzati gli stessi codici già usati per l'IMU)
  • Apposito bollettino postale da reperire presso le agenzie degli uffici postali

Il Mef ha dato alcune risposte a casi particolari relativamente al pagamento dell'acconto 2020.  

Per ulteriori informazioni visualizzare la seguente pagina: Modalità di versamento Acconto IMU 2020- Casi Particolari (Circolare Mef del 18/03/2020)

Calcolatore Anutel acconto IMU 2020

Attenzione: il calcolatore rappresenta un ausilio per il calcolo del tributo e per la corretta compilazione del modello di pagamento (F24). Si tenga presente in ogni caso che la disciplina concernente i versamenti IMU è dettata dalla Legge oltre che dalle delibere comunali di approvazione dei rispettivi Regolamenti, aliquote e detrazioni. Pertanto, nel caso vi siano dubbi sulle modalità di calcolo, si invita a contattare l'ufficio. 

Ravvedimento operoso IMU

In caso di pagamento oltre le scadenze di Legge il contribuente può sanare la propria posizione pagando una piccola sanzione in base al numero di giorni di ritardo. Ulteriori dettagli Ravvedimento Operoso

Consultando le pagine seguenti è possibile avere approfondimenti in merito a singoli aspetti della norma suddetta:

    Base imponibile
    Soggetti passivi
    Presupposto pr il pagamento
    Periodo di imposta
    Riduzioni del 50% (Fabbricati inagibili - Fabbricati concessi in uso gratutito - Fabbricati di interesse storico e artistico)
    Esenzioni dall'imposta
    Dichiarazioni IMU